Ospitalità e Accoglienza

29 febbraio 2012 Invito - L'Accoglienza nella Comunità - 29 Febbraio 2012 - CASAIDEA_311x600

Domenica 29 Febbraio 2012:

1° EVENTO CASAIDEA – OSPITALITA’ E ACCOGLIENZA

All’interno:  “PERSONALE” dell’Artista MARINA KAMINSKY (Chiesetta del Viandante, Tavazzano con Villavesco (LO) – Via Emilia n. 23, ore 17:00)

Domenica 5 Febbraio 2012, alle ore 17.00, a Tavazzano con Villavesco, presso la Chiesetta del Viandante ,antica chiesa restaurata dalla famiglia Acerbi e divenuta sede dell’antiquariato nonché centro culturale denominato Casa delle Idee, si terrà il primo appuntamento di un percorso dedicato al tema del VIVERE nel privato e nella comunità. È una nuova e innovativa iniziativa culturale ideata da CASAIDEA e patrocinata dalla Fondazione PLEF. Il primo tema che verrà affrontato è molto attuale: “L’Ospitalità e L’Accoglienza”.

Gli altri temi, che verranno sviluppati nel corso dell’anno in dieci incontri, sono la CUCINA, il VERDE e l’ENERGIA ; argomenti d’interesse per molti ambienti culturali e imprenditoriali e per tutti i Cittadini, che potranno scoprire in un’ottica originale, risvolti inediti di attività consuete.

Il primo evento, che si articolerà nell’arco di tempo di due mesi (febbraio e marzo), prevede due momenti, rispettivamente il  5 febbraio  per offrire la possibilità di trattare il tema dell’Ospitalità riferendosi alla vita privata  e il 29 febbraio  per analizzare il tema dell’Accoglienza facendo riferimento alla vita nella comunità.

Ad ogni incontro parteciperà un relatore qualificato, che affronterà il tema proposto con un taglio di ampio respiro, per conoscere e approfondire l’argomento dai diversi punti di vista, sulla base di studi ed esperienze significative.

Il primo incontro sarà affidato alla competenza del prof. Giampaolo Nuvolati, Docente di Sociologia Urbana presso la Facoltà di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università degli Studi di Milano Bicocca.

Il suo profilo è degno di nota: ha tenuto corsi in varie università italiane – Catania (Facoltà di Ingegneria), Sassari (Facoltà di Architettura di Alghero), Milano (Facoltà di Scienze Politiche), Politecnico di Milano (Facoltà di Architettura), sviluppando in particolare, tra i temi di interesse, la definizione e la misurazione della qualità della vita urbana, la costruzione di indicatori sociali per l’analisi territoriale, lo studio sociologico della mobilità spazio-temporale delle popolazioni metropolitane e il rapporto tra ricerca sociale, città e letteratura. Ha al suo attivo la partecipazione a numerosi convegni nazionali e internazionali e la pubblicazione di molti libri e saggi.

Il prof. Nuvolati affronterà il tema dell’Ospitalità e dell’Accoglienza, declinato sia nell’ambito della famiglia che della comunità, di cui illustrerà i cambiamenti intervenuti più recentemente, anche a livello concettuale.

Il passaggio “dalla casa all’abitare” verrà presentato attraverso una riflessione che, partendo da due metafore, casa-nido e casa-guscio, porterà a cogliere e a definire un modello organizzativo dell’ambiente, complici anche le novità offerte dalla tecnologia. L’ottica è davvero contemporanea: la moltiplicazione delle identità residenziali.

Anche l’attenzione alla comunità offrirà spunti di grande attualità; il prof. Nuvolati, infatti, partendo dalla distinzione tra i concetti di “società” e di “comunità”, arriverà a delineare i caratteri distintivi della comunità, focalizzando l’interesse sul tema della qualità della vita a livello comunitario. La trattazione non resterà a livello teorico, in quanto verranno offerte informazioni sui soggetti e sulle pratiche che possano rafforzare o, invece, indebolire la coesione delle comunità; da qui l’attenzione all’utilizzo dello spazio pubblico, alle popolazioni metropolitane e alla presenza degli immigrati.

Gli eventi sono promossi da CASAIDEA, riconosciuto punto di riferimento nel settore dell’architettura, dell’arredamento e dell’antiquariato, che si pone un ambizioso e innovativo obiettivo: creare una sorta di simbiosi tra beni e bisogni materiali ed immateriali, nel collegamento stretto tra mondo economico, cultura e territorio.

Ecco perché ogni evento ospiterà “un evento nell’evento”, un’iniziativa artistica che accompagnerà tutta la durata degli incontri, a volte andando anche oltre, come è il caso del primo appuntamento. L’artista ospite, infatti, lascerà in esposizione le proprie opere fino al 15 Marzo. Si tratta di Marina Kaminsky, pittrice di origine siberiana, già nota in Italia, in particolare a Milano, dal 1994.

Il suo percorso artistico si è sviluppato fra la Russia e l’Estonia, ma l’artista ha esposto in numerose mostre, collettive e personali, sia in Italia che all’estero, ed è stata selezionata alla 54ª edizione della Biennale di Venezia per presentare una propria opera al Palazzo delle Esposizioni di Torino. Gli estimatori la conoscono più da vicino da quando ha aperto, nello scorso mese di Giugno, il proprio laboratorio a Milano, nei pressi di via Torino. Il nome del suo laboratorio – “Atelier M.K. in blu” – riflette la predisposizione artistica di Marina Kaminsky, che fa dei colori, del blu in particolare, la prima fonte d’ispirazione. Le sue tele raffigurano del resto, soggetti ricchi di vivacità, espressa nei tratti veloci e nelle pennellate dinamiche; il colore raffigura il suo universo artistico, facendone emergere al meglio le emozioni.

Durante l’intero periodo della mostra, curata da Francesca Bellola, i visitatori riceveranno un coupon numerato, che darà loro il diritto di partecipare, mediante estrazione del 29 Febbraio 2012, alla vincita di un’opera creata appositamente dall’artista.

Le motivazioni e le finalità alla base del progetto di CASAIDEA sono presentate direttamente dagli organizzatori, la Famiglia Acerbi, nello specifico da Giuseppe Acerbi, che interverrà anche come relatore sul tema dell’Ospitalità in Famiglia: “ Le nostre origini artigiane risalgono ai primi anni del’900, con attività legate al mondo della falegnameria. Da quel momento in poi il percorso è stato lungo e il susseguirsi delle vicende ha modificato gli assetti dell’azienda, che ancora oggi opera con gli stessi principi da cui è nata e con la medesima passione grazie alla quale è cresciuta fino ad ora. Con il recupero dell’antica “Chiesetta del Viandante”, CASAIDEA si impegnerà a promuovere un progetto di particolare significato, che farà leva sulla storia e il valore simbolico che pensiamo essa rivesta per la nostra comunità e per il territorio. Sarà proprio questo che fungerà da propulsore per il progetto di rilancio della nostra azienda, con l’ ausilio di strette collaborazioni con ambienti pubblici e privati che permetteranno di concretizzare i nostri obbiettivi culturali e informativi, per così facilitare l’ avvicinarsi alla gente e alle istituzioni”.

Poter coniugare interessi commerciali, con lo sviluppo sociale e culturale di un intero territorio, rappresenta una sfida straordinaria, soprattutto in periodi di crisi economica, ma indispensabile per rafforzare il proprio marchio e vincere in competitività.

Non a caso tra gli interlocutori coinvolti, a livello di collaborazione, rientrano  alcune aziende che condividono un tale approccio al mercato e al territorio in cui operano e che figurano come PARTNER del Programma 2012.

Nel caso del primo evento, si tratta dell’Azienda Valdichienti, impresa di tradizione artigiana evoluta al passo coi  tempi, che produce pregevoli divani e poltrone, di cui saranno presentati alcuni pezzi in pelle dalle linee ricercate e raffinate.

L’incontro si concluderà con un rinfresco, offerto dall’Azienda artigiana Piuma D’oro, specialista e leader nazionale per i dolci del carnevale: le chiacchiere!