La Cucina e la Tradizione Gastronomica del Lodigiano

13 maggio 2012 OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Domenica 13 Maggio 2012, alle ore 17.00, a Tavazzano con Villavesco, presso la Chiesetta del Viandante, antica struttura restaurata dalla famiglia Acerbi e divenuta sede dell’antiquariato nonché centro culturale polivalente denominato Casa delle Idee, si terrà il secondo appuntamento di un percorso dedicato al tema del VIVERE nel privato e nella comunità. Il tema che verrà affrontato, dopo l’ evento inaugurale svoltosi il 5 febbraio dedicato all’Ospitalità e l’Accoglienza, è molto attuale : “La Cucina e la Tradizione Gastronomica del Lodigiano”.

Gli altri temi, che verranno sviluppati nel corso dell’anno, saranno il VERDE e l’ENERGIA; argomenti d’interesse per molti ambienti culturali e imprenditoriali e per tutti i Cittadini, che potranno scoprire in un’ottica originale, risvolti inediti di attività consuete. Ad ogni incontro parteciperà un relatore qualificato, che affronterà il tema proposto con un taglio di ampio respiro, per conoscere e approfondire l’argomento dei diversi punti di vista, sulla base di studi ed esperienze significative.

Dopo il primo incontro, affidato alla competenza del prof. Giampaolo Nuvolati, Docente di Sociologia Urbana presso la Facoltà di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, sarà l’esperienza della prof. Egeria di Nallo ad accompagnarci in questo viaggio dedicato alla cucina e alla tradizione gastronomica del Lodigiano.

Il Suo profilo è degno di nota; Professore ordinario di sociologia dal 1980, dopo un periodo di insegnamento a Parma e diverse esperienze tra le quali quella di antropologa nella Selva Amazzonica, viene chiamata a Bologna alla Facoltà di Scienze Politiche e qui rimarrà ricoprendo vari insegnamenti e cariche, fra cui la Direzione del Dipartimento di Sociologia. Numerosissime le sue iniziative, fra le quali i corsi di alta formazione in turismo enogastronomico e in marketing dell’innovazione. Ha fondato l’Osservatorio Meeting Point nel quale applica una tecnica di ricerca, elaborata da lei e dai suoi allievi, che permette di prevedere le aspettative dei consumatori secondo scansioni temporali che coprono l’arco di tempo di 5 anni. I suoi libri sono diffusi in tutto il mondo e tradotti in più lingue fra cui inglese, brasiliano, giapponese. Fondatrice, nel 2004, dell’Associazione per la tutela e valorizzazione del patrimonio cucinario gastronomico tipico d’Italia, è autrice del programma Home Food che tutela e preserva, attraverso le Cesarine, il cibo tipico e la tradizione gastronomica che si tramanda nelle famiglie, collegandosi al territorio e alla sua cultura, recuperando l’idea della cucina nella sua valenza più ampia e metaforica. Perché il cibo, dice, è sempre espressione della storia dell’uomo e del suo territorio, e si porta dietro concetti che vanno ben oltre il semplice atto di alimentarsi: appartenenza, identità, senso del vivere sociale. Buoni cibi, insomma, per buoni pensieri.

In collaborazione con Scholtès, noto brand la cui storia è costellata di continui successi che rivelano una costante tensione verso l’eccellenza professionale nella creazione e lavorazione di elettrodomestici per la casa dal design unico ed inconfondibile, vere e proprie icone di qualità e professionalità, verrà presentato un innovativo forno, caratterizzato da 12 funzioni di cottura automatica che si basano sulla tecnologia brevettata C.O.P. (Cottura Ottimale Programmata) che racchiude in un microprocessore le competenze e l’esperienza dello chef di fama internazionale Philippe Rogé.

Durante le varie fasi di cottura il mix ideale dei parametri viene automaticamente modificato dal forno per riprodurre i gesti di un bravo chef. Le 12 funzioni sono dedicate alle preparazioni più svariate; si spazia dalla rosticceria, alla pasticceria, fino alla pizza.

Con esempi di “cucina attiva”, verrà dimostrato come preparare in soli 3 minuti, una dorata e croccante pizza, grazie all’utilizzo della pietra refrattaria in dotazione, che riproduce perfettamente le condizioni di un vero forno a legna.

L’incontro si concluderà con un rinfresco offerto da Casaidea, con la collaborazione di Convivium, Accademia Piacentina di cucina, fondata dal presidente Antonella Rota, che riunisce un gruppo di amici legati dalla passione per la buona cucina. Sperimentare, creare, reinventare e assaporare la tradizione, proponendo piatti legati alla tipicità regionale;questi i capisaldi della neonata Accademia questi alcuni punti fissi della neonata Accademia.